Sicilia
News Video Eventi Cinema Magazine Web e Aziende Hotel Agriturismo B&B Case Vacanza Viaggi Ristoranti Foto Immobiliari Lavoro

Il centro sinistra e il caso Sicilia

10-nov-2004

La dura sconfitta elettorale del 2001 pare non abbia insegnato molto agli esponenti del centro sinistra siciliano i quali continuano ad agitarsi nella ragnatela della divisione, con frequenti sbandate nella zona grigia del neo-consociativismo.

In oltre tre anni di legislatura regionale, detti esponenti si sono trovati in quasi permanente disaccordo, anche su leggi di grande rilevanza politica e istituzionale.
Tutto ciò, si badi bene, mentre in Italia il centro sinistra, anche grazie al ritorno di Romano Prodi, sta operando per rafforzare e ampliare lo schieramento, per recuperare la fiducia dei cittadini e quindi ridare credibilità alla prospettiva di un salutare cambiamento del governo del Paese.

Evidentemente, in Sicilia tale necessità primaria non è altrettanto avvertita. Come se si vivesse nel migliore dei mondi possibili o come se un tristo destino ci avesse condannati a subire o a fuggire; giacché per i siciliani onesti non c’è una terza via praticabile.
Le cronache quotidiane della Regione e della stessa Assemblea, ormai ridotta a trascinare la sua indolente esistenza, denunciano la permanenza di un anomalo sistema di relazioni che si forma o si sfascia nel loro paludoso sottobosco.

Confermano, inoltre, la gravità e l’ampiezza di pratiche consociative che forniscono insperato ossigeno alla fallimentare esperienza del governo e deprimono le attese di quanti (anche molti delusi dal centrodestra) desiderano un significativo mutamento politico e di governo.

Gli ondeggiamenti, i comportamenti incoerenti sulla riforma della legge elettorale ed oggi le divisioni sulle iniziative da assumere rispetto al rinvio a giudizio del presidente della Regione, sono sintomi evidenti dell’incancrenirsi di un grumo malsano che dovrebbe fare scattare tutti i sistemi d' allarme, in Sicilia e anche a Roma. E chiamare al capezzale del malato i più illustri chirurghi.

Parliamoci chiaro. Nel centro-sinistra italiano esiste una “questione siciliana” che, oltre a penalizzare il ruolo delle forze progressiste isolane, compromette, e seriamente, il disegno politico generale e la prospettiva di una vittoria in campo nazionale.
Non è solo una questione d’immagine, ma anche d' incidenza elettorale. A taluni strateghi, che anche a livello nazionale fanno bene i discorsi e non altrettanto bene i conti elettorali, bisogna ricordare che in Sicilia vi sono quattro milioni e mezzo di elettori che possono determinare (com’è accaduto) l’esito della consultazione generale.
Storicamente, nel bene e nel male, la Sicilia ha avuto, e conserva, un ruolo decisivo nelle vicende nazionali. “Qui, in Sicilia, c’è la chiave di tutto”, scrisse Wolfgang Goethe, già nel 1787.

Tuttavia, non tutto è perduto. C’è ancora tempo per un chiarimento di fondo, generale e completo, fra i partiti, e fors’anche fra certe personalità, del centro-sinistra per giungere all’unità dello schieramento, mediante un’armonizzazione delle posizioni e un serio accordo politico e programmatico, intanto per la restante parte della legislatura.
Urge- a mio parere- un’operazione (meglio se un processo politico partecipato) di vera e propria rifondazione del centro-sinistra siciliano e non un mero “aggiustamento” da conseguire mediante un assemblaggio d’interessi elettoralistici e di ruoli individuali che certo non aiutano ad uscire dal pantano di questa litigiosa inconcludenza.

Per questo mezzo disastro, le responsabilità sono molteplici e si possono attribuire, in misura diversa, un po’ a tutti i partiti del centro-sinistra. Tuttavia, i Ds dovrebbero maggiormente avvertirne il peso, non soltanto perché partito maggiore, ma per avere espresso posizioni, anche in sede parlamentare, poco comprensibili politicamente e, sicuramente, poco preoccupate di salvaguardare l’unità della coalizione e che, in fondo, riflettono i contrasti esistenti al loro interno.

Anche sulla scottante questione Cuffaro. E non si dica che trattasi di ordinaria dialettica democratica. Magari! La realtà appare più grave e complessa e probabilmente necessità di analisi ed interventi appropriati, partendo dal voto plebiscitario per Claudio Fava che va interpretato come atto di fiducia verso il candidato e, soprattutto, come una chiara indicazione di radicale cambiamento di linea e di gruppi dirigenti.

Agostino Spataro

Pubblicato in “La Repubblica” del 9/11/04

Letture: 10726


AUTENTICATI o REGISTRATI (box in alto a destra) per COMMENTARE L'EVENTO

Username Password  
 
Registrati | Non ricordi la Password?
ULTIM'ORA Siciliano.it su Facebook Siciliano.it su Twitter
11:31 | licata, svanita nel nulla paola casali. da tr...
11:31 | licata, strage di cani: l’associazione a test...
11:31 | beni confiscati alla mafia – appello di a tes...
11:31 | l’abuso è ancora di casa
11:31 | grotte, stasera la lirica sotto le stelle del...
11:31 | di rosa anticipa tutti e presenta il contratt...
11:31 | licata, pino montana (forza italia – udc): ri...
11:31 | licata, ecco l’osservatorio antiviolenza: tut...
11:31 | walk in progress: 400 piedi per smuovere le c...
11:26 | furto al centro commerciale di villaseta: in ...
11:26 | campobello, gianni picone scrive ai suoi conc...
11:26 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...
11:26 | ravanusa, i lavoratori dell’ipab chiedono di ...
11:26 | naro, l’assessore schembri replica a scanio: ...
11:26 | licata, il consiglio sconfessa l’amministrazi...
11:26 | naro, l’opposizione bacchetta cremona: la cit...
11:26 | arnone spiega il suo de bello fonzico
11:26 | elezioni amministrative entro la fine dell’an...
11:25 | lampedusa, rubano auto a noleggio e guidano s...
11:25 | palma, alla d’arrigo – tomasi la scuola ini...

04:08 | Video | meteo sicilia del 24/06/2013
01:24 | Video | stra avis città di cattolica eraclea
20:54 | Video | sindaco zambuto passa al pd con renzi a...
15:39 | Video | "facce di tolla", i politici italiani fi...
13:38 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013
12:54 | Video | tripoli, ola la bambina soldato jihadist...
11:09 | Video | web, il magistrato cantone: "regole per ...
09:39 | Video | libri, teodori: 'in 'vaticano rapace' ra...
05:39 | Video | stupor mundi" n°93, lu primu tiggì 'n li...
04:08 | Video | meteo sicilia del 23/06/2013

Aggiungi Sito Web, Evento, Articolo, Azienda, Hotel, Agriturismo, B&B, Casa Vacanze, Viaggio, Ristorante, Foto, Video, Annuncio Immobilare, Annuncio di Lavoro


© 1995-2020 Studio Scivoletto 01194800882 - Note Legali, Privacy, Cookie Policy. Thumbnail Screenshots by Thumbshots

Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti e ai link disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso